Conti come Florenzi, come Milik, come Ghoulam. Intelligenti pauca…

di Marco Bruttapasta

Nuovo ko per Conti

Non c’è pace per il terzino milanista Andrea Conti.
L’ex giocatore dell’Atalanta, in passato accostato anche al Napoli,appena rientrato dopo oltre sei mesi di stop, durante l’allenamento di questa mattina si è procurato un nuovo infortunio allo stesso ginocchio sinistro operato a settembre per la ricostruzione del legamento crociato anteriore.
Conti è stato subito portato in una clinica per sostenere esami e chiarire entità del nuovo problema e tempi di recupero.
L’esterno era stato convocato per la prima volta dopo sei mesi in occasione della partita contro il Chievo, prima della sosta, ed era addirittura in lizza per giocare qualche minuto, se non contro la Juventus, probabilmente già nel derby, ma ora si teme un nuovo lungo stop.
Ciò dovrebbe far riflettere chi con molta superficialità ha parlato di imprevedibilità per gli infortuni dei Milik e dei Ghoulam.
Purtroppo, ancora oggi, gli infortuni a giocatori con infortuni del genere spesso hanno delle repliche.

La ricaduta di Conti. I casi di altri giocatori.

E’ successo a Florenzi, a Karsdorp, a Perin, a Milik e Ghoulam.
Magari qualche atleta ha avuto problemi all’arto non operato, fatto sta gli sforzi per recuperare il tono, per rientrare in campo spesso sono tali da creare terreno fertile per un nuovo infortunio.
Nel caso del Napoli, spiace sottolineare la superficialità e l’approssimazione alla base di certe scelte di mercato.
Milik era un atleta a rischio, ma si è preferito puntare solo sul polacco cedendo in un colpo solo Pavoletti e Zapata, quest’ultimo oggi cercato dall’Atletico Madrid per circa 30 milioni di euro.
Serviva un terzino ambidestro che permettesse da un lato a Ghoulam di recuperare con calma, dall’altro di preparare il terreno all’addio di Christian Maggio.
La ricaduta di Conti faccia almeno riflettere le sentinelle aureliane, sempre pronte a scattare laddove qualcuno osi esprimere legittime perplessità su singole scelte.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.