Ti trovi nella Categoria

In Primo Piano

Gigi Meroni, la Farfalla Granata

“ era il simbolo di estri bizzarri e libertà sociali in un Paese di quasi tutti conformisti sornioni”. Queste parole di Gianni Brera esemplificano l’essenza di Gigi Meroni, indimenticato fuoriclasse granata, nato esattamente 78 anni fa, la cui esistenza fu spezzata quando aveva appena 24 anni. Questo ragazzo comasco ha vissuto la sua breve vita…
Leggi di più...

Distruzione dal basso

Prima di addentrarci negli effetti collaterali della costruzione dal basso, è bene chiarire che il coinvolgimento del portiere è di vitale importanza per la sopravvivenza in un calcio in cui le difese sono sollecitate da un pressing spesso altissimo. Pep Guardiola è stato il tecnico che ha affinato sia la costruzione dal basso sia il pressing…
Leggi di più...

Inter in crisi economica: il resoconto del FT

Sta tenendo banco la crisi economica di Suning e dell’Inter. Il Financial Times ha indagato sulla situazione. Tra le altre cose si legge: “I proprietari cinesi dell’Inter si stanno affrettando a raccogliere almeno 200 milioni di dollari in contanti, poiché i conti della società si sono deteriorati a causa della pandemia e dell’ingente spesa per…
Leggi di più...

Árpád Weisz, il maestro del calcio europeo morto ad Auschwitz

Nel Giorno della Memoria ricordiamo Árpád Weisz, il tecnico più giovane della storia del calcio e l’allenatore che più a lungo ha guidato l’Inter dopo Herrera, Trapattoni e Mancini. Weisz era ebreo e, a causa delle leggi razziali del 1938, perse lavoro e diritti. La sua ultima destinazione fu Auschwitz. Una targa lo ricorda allo stadio Meazza…
Leggi di più...

Lacrime napulitane

Sguaina la spada ed estrae la freccia il critico tifoso partenopeo, quando quel capitano che’l coraggio di tirar e gareggiar col destino l’ha trovato. Lorenzo Insigne s’è preso la responsabilità di qualcosa che forse resta emblema della sua carriera a Napoli. Non c’è d’analizzare né da scoraggiare il nostro capitano. Da anni ormai si butta…
Leggi di più...

L’immaginifico

Due gol e assist-capolavoro a Lozano: show del Capitano Lorenzo Insigne contro la Fiorentina. Una sola parola che dice tutto: Kairos, per i greci era il tempo opportuno, il momento propizio quello giusto. Questa vittoria oggi arriva al momento giusto prima della Supercoppa. E al momento propizio arriva la sconfitta della Juve nel derby. Una Juve…
Leggi di più...

Napoli, al di là del modulo, a determinare sono i giocatori

Alla notizia dell’assenza di Fabian Ruiz per covid-19, tra i tifosi del Napoli non ci sono stati dubbi: Gattuso avrebbe schierato Demme e Bakayoko contro la Fiorentina. E così è stato. Lo spagnolo è out per covid, pertanto il tecnico calabrese ha optato per due mediani e Zielinski più avanzato. Il Napoli sviluppa la manovra con i due giocatori…
Leggi di più...

Il calcio e la Tregua di Natale

“Il calcio è la cosa più importante tra le cose futili”. Vero, forse… il calcio infatti è aggregazione, il calcio è fratellanza ed è un fenomeno sociale che non ha eguali nel passato della natura umana: una passione che ha trascinato popoli che si odiavano ad abbracciarsi, o a manifestare dissidi prima che accadessero. Fu una partita di calcio,…
Leggi di più...

Napoli, a Milano segna solo Callejon

Il Napoli stasera dovrà sfatare un curioso tabù al Meazza sponda nerazzurra. Negli ultimi sette anni è andato in goal solo tre volte in campionato e solo con Callejon. Con Benitez, dopo lo zero a zero della stagione d’esordio, un pirotecnico due a due, con doppietta di Callejon nei minuti finali, uno dei due curiosamente di sinistro, e pareggio…
Leggi di più...

Comunardo Niccolai: non solo autogol

Comunardo Niccolai, campione d’Italia con il Cagliari nel 1970 compie oggi 74 anni: in Sardegna visse il suo apogeo calcistico. SARDO D'ADOZIONE. Comunardo Niccolai è uno degli eroi immortali del Cagliari che conquistò lo scudetto nel 1970. Un vecchio stopper dal fisico non particolarmente prestante, ma che rispecchiava l'identikit del classico…
Leggi di più...