Calciomercato Napoli: alla ricerca della fisicità

di Marco Bruttapasta

Calciomercato Napoli

Nelle settimane immediatamente successive all’annuncio di Ancelotti, stiamo assistendo ad un tourbillon di nomi.

Le parole di De Laurentiis e Giuntoli hanno attenuato la speranza dell’arrivo di top players come Vidal o Benzema .

C’è però un dato che sembra emergere prepotentemente dai profili che i vari Pedullà, Venerato e Di Marzio indicano come maggiormente seguiti dal Napoli: una fisicità totalmente diversa rispetto ai giocatori già in organico azzurro.

Lobotka, Badelj, Ruiz e Lainer per un Napoli molto più fisico.

Per l’eredità di Jorginho, che alla fine andrà in Inghilterra, il Napoli non pensa ad un giocatore simile all’italo-brasiliano ma ad un giocatore molto più muscolare: in tal senso Pedullà nell’ultima settimana ha puntato forte sulla candidatura di Milan Badelj e Lobotka del Celta Vigo.

Per quest’ultimo sembra un controsenso parlare di fisicità, dato che lo slovacco è alto appena 170 cm, tuttavia il giocatore ha un fisico molto compatto, al punto che non è raro vederlo vincere dei corpo a corpo con il diretto avversario .

Dovendo azzardare un paragone, oseremmo dire che il giocatore del Celta ricorda molto Verratti, che non è certo un marcantonio ma ha comunque tutt’altra robustezza rispetto a Jorginho.

Potremmo traslare il concetto anche per Torreira, giocatore che però ad oggi sembra più distante dall’azzurro.

I centimetri non mancano invece a Fabian Ruiz del Betis Siviglia che ad oggi sembra il principale candidato a ricoprire la casella lasciata eventualmente scoperta da Hamsik.

Lo spagnolo con i suoi 190 cm apporterebbe al Napoli una fisicità totalmente diversa rispetto ai giocatori che negli ultimi anni si sono succeduti in mediana.

Altro profilo, vicino al Napoli e di grande impatto fisico è quello dell’austriaco Lainer, terzino del Red Bull Salzburg.

Il giocatore, protagonista di un’ottima Europa League con il proprio club (5 assist ed una rete per lui) seppure alto 175 cm ha grande potenza, rapidità in allungo e sa disimpegnarsi anche nel gioco aereo, come testimonia il goal realizzato contro la Lazio

Lainer sarà meno noto dei vari Darmian, Vrsaljko pur accostati al Napoli ma rispetto agli stessi può addirittura a minor prezzo, garantire un rendimento superiore.

In definitiva, da queste prime trattative, sembra profilarsi l’idea di un Napoli desideroso di colmare una lacuna storica di questi anni, quella della fisicità senza però perdere l’altissima cifra tecnica dei giocatori destinati a lasciare l’organico azzurro.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.