Napoli forte ma senza top player

 

di Alessandro Raucci

 

Ragazzi, adesso come la mettiamo dopo la seconda vittoria consecutiva e per di più

contro Lazio e Milan? Non salirete mica tutti sul carro dei vincitori?
In questi mesi ho letto le più grosse critiche nei confronti di De Laurentiis e del mercato del
Napoli che quasi pensavo avessimo venduto tutti i calciatori in rosa ed ora lottassimo
per la salvezza nella massima serie.
De Laurentiis è un grande imprenditore che ci ha portato dove non siamo mai stati e
questo gli va riconosciuto sempre e comunque.
In Italia non vinciamo perché è quasi impossibile farlo, visto che vince sempre la stessa
squadra da 7 anni!!
Ma ditemi la verità, quanti di voi avrebbero firmato con il sangue per avere una squadra
così, in pianta stabile nelle primissime posizioni della serie A, davanti alle milanesi, quanti?
Tutti!
Il difetto del nostro presidente è la “dialettica” che spesso utilizza per dire quello che pensa
senza mezzi termini.
Detto questo devo ammettere che il mercato non mi ha convinto.
La squadra è migliorata ed è completa in ogni ruolo però quest’anno affronteremo un
campionato decisamente diverso rispetto a quello dello scorso anno.
I non colorati hanno acquistato il giocatore più forte del mondo e praticamente hanno
chiuso il discorso scudetto prima ancora di aprirlo.
Le Milanesi e la Roma hanno decisamente alzato l’asticella presentandosi ai varchi di
partenza con squadre davvero molto competitive.
Avevamo bisogno di un colpo ad effetto, di un colpo all’altezza, di un colpo per alimentare
il nostro grande sogno, di un colpo che ci facesse un po’ illudere perché in fin dei conti noi
siamo tifosi ed è di questo che abbiamo bisogno. Noi non guardiamo il fatturato, il bilancio,
le plusvalenze, noi sogniamo e tifiamo, tifiamo e sogniamo, siamo fatti così, È il nostro
pregio ed il nostro difetto.
Sarà dura ripetersi e sarà dura conquistarsi un posto tra le prime quattro ma siamo partiti
con il botto dimostrando,nel caso in cui ce ne fosse ancora bisogno, di avere gli attributi.
Convincetevi che siamo forti, siamo ancora vivi, ci siamo anche noi!
Il comandante non sarà mai dimenticato, ma che bello vedere il Napoli che finalmente
cambia modulo in corsa, che finalmente effettua una sostituzione “diversa” da quelle
standard.
Che bello vedere entrare Luperto sulla corsia di sinistra e non vedere il solito soldatino
Hysaj adattato.
Insomma tutte cose nuove e un po’ scontate che non eravamo più abituati a vedere visto
che veniamo dal puro e deciso integralismo Sarrista.
Sicuramente dobbiamo abituarci a vedere una squadra meno bella e meno attenta ai
dettagli ma più pragmatica e più adattabile agli avversari.
Ma poi, se tutto questo dovesse farci vincere, sinceramente, a voi dispiacerebbe?
Chiudo con l’ennesima e solita vergogna Italiana.
Durante Juventus-Lazio si sono sentiti i soliti cori ignoranti contro il Napoli e Napoli, quelli
che ci invitano ad usare il sapone. È possibile che nessuno prenda una dura posizione
continuando a recitare il solito copione che si tratta solo di quattro stupidi del tifo
organizzato?
Piangiamo tutti i morti di Genova, ci disperiamo per la situazione dei poveri immigrati…. e
poi speriamo che un vulcano bruci un’intera città oppure invitiamo dei connazionali a
lavarsi con il sapone.
A volte, davvero, vorrei essere nato in un altro Paese…..

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.